Intolleranze e allergie


La CI & DI Food, in collaborazione con la QUEC Quality Evolution Consulting, ha già provveduto e costantemente partecipa a corsi di aggiornamento sulle varie tematiche alimentari, dalla conoscenza dei corretti metodi produttivi di cottura e mantenimento dei cibi, alle nuove tematiche legate alla intolleranza celiaca ed alle intolleranze ed allergie alimentari in genere. Ogni anno i nostri collaboratori prendono parte ai corsi della durata di 36 ore previsti dalla legge conseguendo con successo un attestato di partecipazione e di aggiornamento. Tutte le nostre preparazioni sono accompagnate dalla specifica scheda nutrizionale con indicati i macro e micronutrienti, gli ingredienti in ordine decrescente, gli allergeni e la foto relativa.

L’informazione del cliente è la nostra carta vincente e niente viene lasciato al caso.

Dal 13 dicembre 2014 è obbligatorio segnalare gli allergeni nei prodotti somministrati nei ristoranti, bar, fast food, pasticcerie, panetterie, macellerie, salumerie, ristoranti sia istituzionali sia di ogni altro tipo (mense scolastiche, aziendali, ristorazione ospedaliera, delle linee aeree, carceraria, ecc.).

Gli operatori del settore alimentare hanno dunque l’obbligo di sottoporre il personale alla formazione su rischi legati la sicurezza alimentare, con particolare attenzione a quelli inerenti la contaminazione da allergeni, per essere in grado di informare il consumatore sulla presenza di allergeni negli alimenti elaborati e venduti.

*Attenzione:

il glutine è presente in tutte le cucine (farina, acqua di bollitura della pasta ecc..) per le preparazioni senza glutine il responsabile di cucina dedicato (con possesso di attestato) provvede separatamente alla preparazione ed alla cottura senza possibili contaminazioni crociate.

molluschi

E prodotti a base di molluschi (es. polpo, moscardini, seppia, attenzione anche alle lumache!)

lupini

E prodotti a base di lupini (molte volte si trovano anche in preparati per minestroni e dadi vegetali)

anidride solforosa e solfiti

In concentrazioni superiori a 10 mg/Kg o 10 mg/litro in termini di anidride solforosa totale
(es. solfiti nel vino, aceto, è un derivato della fermentazione e funge da conservante)

semi di sesamo

E prodotti a base di semi di sesamo
(a volte presente anche nel pane)

senape

E prodotti a base di senape

sedano

E prodotti a base di sedano
(il sedano viene comunemente utilizzato come insaporitore al posto del sale, è presente in tutti i dadi vegetali e chiaramente nei minestroni)

frutta a guscio


Vale a dire: mandorle, nocciole, pistacchi, noci, anacardi, noci di pecan noci del Brasile pistacchi, noci macadamia o noci del Queensland e i loro prodotti, ( i pinoli non sono, per ora, compresi)

latte


E prodotti a base di latte (incluso lattosio)
(es. tutti i formaggi, yogurt, panna, burro)

soia

E prodotti a base di soia
(es. farina di soia, spaghetti di soia, ecc)

arachidi

E prodotti a base di arachidi
(es. anche olio di arachide)

pesce

E prodotti a base di pesce
(sia di fiume che di mare, non la gelatina)

uova

E prodotti a base di uova
(es, pasta all’uovo, in alcuni tipi di formaggi come conservante)

CEREALI

Contenenti glutine come grano, segale, orzo avena, farro, kamut e i loro ceppi derivati e i prodotti derivati*

crostacei

E prodotti a base di crostacei
(es. gamberi, scampi, spannocchie, astice ecc.)

Informazioni e prova gratuita!

La prova è senza nessun obbligo ed impegno
ed è rivolta a tutti i collaboratori che usufruiscono del servizio di mensa.